• Più sicurezza

    Migliore percezione dei colori e visibilità notturna grazie al passaggio dalla luce gialla/arancione delle vecchie lampade al sodio e mercurio alla luce bianca del led ad alta resa cromatica, a vantaggio della sicurezza stradale, aumentando la possibilità, per chi guida e si sposta di notte, di distinguere meglio gli ostacoli e la segnaletica stradale.

    Mantenimento dell’accensione di tutte le luci per tutta la notte: stop allo spegnimento dei lampioni alle 23.15.

  • Più Smart City

    Implementazione di soluzioni e tecnologie “smart”: nuovi strumenti per il monitoraggio ambientale o acustico della città e nuovi possibili servizi ai cittadini (wifi, sicurezza, ecc.) grazie ai “socket” (punti di connessione) presenti su ogni corpo illuminante.

  • Meno consumi

    Risparmio di 2,2 milioni di euro, con la riduzione della bolletta elettrica cittadina da 5,2 milioni a 3 milioni (-40% di spesa a parità di luce emessa), permettendo al Comune di Firenze e a SILFIspa di rientrare dall’investimento in poco più di tre anni. Riduzione dei costi di manutenzione e del numero dei guasti per l’alta affidabilità dei nuovi corpi illuminanti a led. Risparmio energetico, con la diminuzione del consumo annuo da 21,8 milioni a 10 milioni di kilowattora (kWh).

  • Meno emissioni di CO2

    Consistente riduzione delle emissioni di CO2 nell’ambiente grazie al minor fabbisogno energetico, coerentemente con gli impegni presi dal Comune di Firenze nel Patto dei Sindaci (-20% di CO2 entro il 2020): -12.000 tonnellate di CO2 all’anno.

    Riduzione dell’inquinamento luminoso dovuto alla dispersione della luce emessa direttamente verso l’alto.